Una nuova linea biologica amica della pelle e del WWF

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/09/2020 Aggiornato il 11/09/2020

I Provenzali lancia la nuova linea biologica bimbi che sostiene il WWF in Italia e assicura il massimo rispetto per l’ambiente, oltreché per la cute delicata dei più piccoli

Una nuova linea biologica amica della pelle e del WWF

La scelta ecologica parte già dall’acquisto di un cosmetico. I Provenzali, per esempio, non solo dà attenzione massima alla formula ma assicura un impegno concreto anche nella selezione di packaging 100% in plastica riciclata proveniente dal post consumo, ovvero da seconda vita (bottigliette di plastica rigenerate) ed energia verde proveniente da fonti rinnovabili al 100% per alimentare i macchinari di produzione che realizzano i cosmetici. Fin dal 2004 lavora insieme a WWF Italia con l’obiettivo di tutelare gli ecosistemi naturali e garantire un futuro sostenibile alle nuove generazioni.

Cosmetici supersicuri e benefici

Da questa lunga collaborazione nascono cosmetici naturali e biologici formulati secondo un disciplinare tecnico molto severo (CCPB) con una garanzia di tollerabilità cutanea massima per la sicurezza e serenità di mamma e papà.

Inoltre, parte del prezzo di vendita va a sostenere le Oasi del WWF, il network di aree protette da sempre simbolo dell’Associazione in Italia.

La linea biologica Bimbi

La Linea Biologica Bimbi è formata da sette prodotti pensati per accompagnare ogni famiglia, ogni giorno e dal primo giorno, nel prendersi cura del proprio bimbo dagli 0 ai 36 mesi. Per le mamme e i papà attenti all’ambiente è sempre più importante conoscere i prodotti con cui prendersi cura del proprio bimbo: il pack dell’intero catalogo I Provenzali è caratterizzato da una comunicazione dettagliata grazie alle “etichette parlanti” in cui ogni ingrediente viene spiegato e in cui vengono dati consigli specifici per l’uso del prodotto.

Protagonista della linea è ancora il panda che fa capolino, quasi volesse invitare chi lo vede a conoscere il mondo di sicurezza, ambiente e attenzione per il futuro di cui la linea si fa portavoce.

Ecoricarica bagnetto biologico corpo-capelli

ecoricarica_bimbi

È l’ultima novità della linea. È una soluzione ecologica che permette di risparmiare il 75% di plastica rispetto a tre flaconi standard da 250 ml, riducendo il volume dei rifiuti nell’ambiente e garantendo così meno sprechi e meno emissione di CO2. Più del 30% del materiale è di origine vegetale, proveniente quindi da fonte rinnovabile. Si tratta di una formula delicata composta da Acqua di Malva ed estratti di Camomilla e Avena – dalle proprietà emollienti e calmanti – dalle preziose Proteine del Riso e dall’Acqua di Calendula, pianta officinale rinfrescante e lenitiva.

Adatto per la detergenza fin dai primi giorni di vita, è un prodotto che garantisce zero lacrime, sicuro e ben tollerato nella delicata zona oculare. Grazie a specifici test oftalmici effettuati in laboratorio, è risultato cinque volte più delicato rispetto ai comuni detergenti con tensioattivi petrolchimici quali SLES e SLS

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti