Il principe George va all’asilo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/01/2016 Aggiornato il 11/01/2016

Il Royal baby cresce. È arrivato anche per il primogenito dei Duchi di Cambridge il momento di andare a scuola. E sono già pronte le foto ufficiali

Il principe George va all’asilo

Primi giorni ufficiali di asilo per il primogenito di Kate e William: è proprio la mamma ad aver scattato la foto (Instagram @kensingtonroyal) che immortala il principino mentre si reca alla Westacre Montessori School. La scuola scelta per il piccolo rampollo si trova nella contea di Norfolk, vicino alla residenza di campagna dei duchi di Cambridge.

Una scuola “normale”

I genitori ci tengono a sottolineare che non si tratta di una scuola blasonata e che i compagni di banco del piccolo saranno bimbi assolutamente “normali”.

Un principe già disinvolto

Zainetto azzurro sulle spalle e giacchino imbottito blu, George si mostra già disinvolto e sorridente, a poco più di due anni di età. Da notare che il piccolo è sempre più somigliante al figlio maggiore dell’amatissima Lady D.

Stile informale

Questo è un altro momento importante che la Royal Family ha voluto condividere con i suoi sudditi, che apprezzano sempre più lo stile informale e spontaneo della giovane famiglia reale. E apprezzano anche il lato social dei Duchi di Cambridge, che anche per Natale avevano fatto gli auguri di buone feste tramite Internet.

 

 
 
 

DA SAPERE

 

FUTURO RE GIORGIO VII

Il Royal baby nato nel luglio del 2013, è terzo in linea di successione al trono ed è già stato deciso che un giorno sarà incoronato con il nome di re Giorgio VII

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti