William e Kate: è nata la principessa Charlotte!

Dopo tanta attesa, il 2 maggio è nata finalmente la seconda royal baby. Poche ore dopo, William e Kate l’hanno presentata al mondo

La Gran Bretagna è in festa. Finalmente, la secondogenita di William e Kate (immagine Instagram) è nata. Dopo essersi fatta attendere a lungo, la principessina ha bruciato i tempi: nel giro di poche ore è nata, ha conosciuto il fratellino George, è stata presentata al mondo ed è tornata a casa con mamma e papà.

La data prevista era a fine aprile

Tutti si aspettavano che la duchessa di Cambridge partorisse entro la fine di aprile. Secondo i tabloid inglesi il termine della seconda gravidanza di Kate era addirittura il 25 aprile. Invece, come nel caso del principino George, i sudditi hanno dovuto rimandare i festeggiamenti di qualche giorno. La principessina è nata il 2 maggio, alle 8.34 del mattino (9.34 in Italia).

Un travaglio molto rapido

William e Kate si erano recati in ospedale solo poche ore prima. Stando a quanto comunicato da Kensington Palace via twitter, la duchessa era entrata in travaglio durante la notte ed era stata ricoverata nella Lindo Wing dell’ospedale St. Mary di Londra intorno alle 6. Se con il primogenito, dal momento del ricovero a quello della nascita erano trascorse quasi 12 ore, il secondo parto di Kate è stato molto più rapido: dopo poco più di 2 ore e mezza di travaglio, è nata la tanto desiderata principessina.

La visita del fratellino

Chi credeva che dietro la splendida forma di Kate si nascondesse un minuscolo batuffolo ha dovuto ricredersi: alla nascita, la seconda royal baby pesava ben 3,7 chilogrammi. Ed era in ottima salute, come del resto anche la mamma. Tanto che già nel primo pomeriggio le due hanno potuto ricevere una visita davvero speciale: quella del piccolo George. Accompagnato da papà William, che solo qualche istante prima aveva lasciato la clinica per andare a prendere il primogenito, si è mostrato ai fotografi con il suo famoso broncio ma non negando un saluto con la mano.

A poche ora dal parto, Kate era perfetta

E a nemmeno 10 ore dal parto, William e Kate si sono mostrati ai fotografi schierati davanti al St. Mary di Londra, con la loro piccola in braccio. La duchessa è apparsa, come sempre, elegantissima e curatissima: con un abito a fiori gialli su sfondo bianco, scarpe con i tacchi, capelli sciolti, ha folgorato i presenti e suscitato le invidie di tutte le neomamme. Possibile che fosse già perfetta a poche ore dalla nascita della sua secondogenita? Possibilissimo: sul volto di Kate non si poteva scorgere alcun segno di stanchezza o fatica.

Dopo 12 ore tutti a casa

La principessina, dopo il suo debutto, è rientrata nella clinica con i genitori, per poi uscire a distanza di qualche istante, nel suo ovetto. William e Kate hanno lasciato definitivamente la clinica, senza rilasciare dichiarazioni, e sono rientrati a Kensington Palace. Fra qualche giorno si trasferiranno ad Anmer Hall, nella tenuta di Sandringham, nel Norfolk.

Già comunicato anche il nome

Appena due giorni dopo la nascita, William e Kate hanno comunicato il nome della loro bambina, stupendo chi si aspettava un’attesa più duratura. Come annunciato da Kensington Palace via twitter, la piccola si chiamerà Charlotte Elizabeth Diana. Un omaggio a nonno Charles e nonna Carole (mamma di Kate), alla bisnonna, la regina Elisabetta, e soprattutto alla compianta mamma di William, la principessa Diana.

 

 
 
 

In breve

 

NIENTE DICHIARAZIONI

Se dopo la nascita di George, William e Kate si erano intrattenuti qualche istante a parlare con i fotografi, rilasciando alcune dichiarazioni, con la secondogenita la coppia reale ha preferito il silenzio. William si è limitato a dire di essere molto felice.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Fontanella quasi chiusa a sei mesi: è un brutto segno?

La (quasi) chiusura della fontanella a sei mesi di età non è un segno allarmante, se lo sviluppo neurologico è normale e la crescita della circonferenza cranica regolare.   »

Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti