Bio Buonissimo, Luciana Mosconi

Bio Buonissimo, Luciana Mosconi

La “marchigiana” Luciana Mosconi, dopo il successo della pasta all’uovo secca tradizionale, lancia una nuova linea Bio che rispetta l’ambiente. Il processo di lavorazione della Linea Luciana Mosconi Bio prevede l’utilizzo di materie prime biologiche: grano duro biologico 100% italiano e uova fresche biologiche da galline allevate a terra, all’aperto in Italia, alimentate con mangimi organici. Il tutto prodotto secondo il metodo originale Luciana Mosconi: doppio impasto, assenza di pressatura meccanica per evitare stress termici alla sfoglia, essiccazione lentissima e a bassa temperatura di oltre 24 ore. Il risultato è una sfoglia ruvida e tenace, pronta ad accogliere ogni sugo. Cinque le referenze, due di pasta secca lunga all’uovo, Tagliatelle e Fettuccine, e tre di pasta corta all’uovo brodi e minestre: Buontagliati, Quadretti e Grattini.

Gennaio 2017

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti