Cacao solubile per latte Limited Edition, Nesquik

Cacao solubile per latte Limited Edition, Nesquik

Nesquik compie 50 anni in Italia. È dal 1971, infatti, che accompagna la colazione di grandi e piccoli con la sua famosa confezione gialla. Per festeggiare questo compleanno così particolare, è nata la Limited Edition firmata da Philip Giordano, artista di fama internazionale che ha reinterpretato per Nesquik l’iconica confezione di Nesquik 500g Ha rappresentando le cinque decadi attraverso simboli e oggetti unici di ogni epoca: un vero viaggio alla riscoperta dell’iconografia, dei movimenti, dei giochi, delle vittorie, dei colori che hanno reso unico l’ultimo mezzo secolo di storia e che fanno sorridere e rallegrano oggi le colazioni dei più piccoli, attirando l’attenzione e suscitando curiosità in chi, quegli anni, non li ha vissuti. In apertura, l’immagine della confezione dedicata agli anni Novanta.

Queste etichette di Philip Giordano sulle confezioni di Nesquik cacao solubile per latte 500g non possono non strappare un sorriso a chi, queste epoche, le ha vissute in prima persona e ai più piccoli che ogni giorno hanno bisogno della giusta dose di gioco, allegria e creatività per iniziare la giornata al meglio.

CONCORSO

Nesquik lancia anche il concorso «Scatta il ricordo». Partecipare è semplice! Acquista una confezione di Nesquik tra quelle aderenti (Nesquik Cacao solubile per latte 250gr, Nesquik Cacao solubile per latte 1kg, Nesquik 30% meno Zuccheri, Nesquik Extra Choco, Nesquik Pronto da Bere e Nesquik Box Merenda), carica i dati dello scontrino su https://promozionitaliane.it/scattailricordo/ e scopri subito se hai vinto! In palio premi giornalieri a scelta tra: Polaroid Lab, Now e Hi-Print. Cosa aspetti? Il concorso è attivo fino al 14 dicembre 2021.

Novembre 2021

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Piccolissimo che piange perché vuole stare in braccio

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non stupisce affatto che un bimbo di neppure due mesi smetta di piangere solo quando viene preso in braccio dalla madre. Spetta a quest'ultima trasmettergli l'affettuoso, rassicurante messaggio di esserci per lui sempre e comunque, anche quando è nella culla.   »

Fai la tua domanda agli specialisti