Christmas Pack, Zucchi

Christmas Pack, Zucchi

In occasione del periodo delle feste, dall’1 dicembre al 6 gennaio, la storica azienda cremonese propone gli esclusivi Zucchi Christmas Pack: idee perfette da regalare o regalarsi per mettere sotto l’albero l’eccellenza e il gusto di prodotti unici. All’interno di ogni Christmas Pack, un tris di eccellenze Zucchi e un utile ricettario, per mettersi alla prova in cucina sperimentando idee sempre nuove.

Ordinare il proprio tris di oli preferito è semplicissimo: basta visitare l’online store sul sito zucchi.com e completare l’ordine in pochi clic per ricevere comodamente a casa i prodotti scelti, senza spese di spedizione; inoltre, per ogni acquisto si riceverà in omaggio l’esclusiva raccolta di ricette firmata Zucchi e si avrà la possibilità di personalizzare un biglietto d’auguri di accompagnamento, per rendere ancora più speciale il proprio regalo.

L’ampia gamma di referenze presenti sull’online store permette di scegliere sempre quello perfetto per i propri gusti: non soltanto è possibile ordinare 3 bottiglie del proprio olio preferito (per essere sicuri di non rimanere mai senza!), ma anche scegliere uno dei pack con tre gustosi oli diversi fra loro già abbinati e proposti dagli esperti Zucchi.

Novembre 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che tira i capelli alla mamma: che fare?

09/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Afferrare i capelli della mamma anche in maniera così decisa da provocare un forte fastidio non è espressione della volontà diel bambino di "farle del male" quanto piuttosto di un desiderio di appropriarsi totalmente di lei.   »

Epatiti dei bambini: c’entra il vaccino contro il CoVid-19?

28/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono elementi che suggeriscano una relazione tra il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 e l'epatite acuta dell'età pediatrica.  »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti