Estratto Mela Pink Lady, Insal’Arte OrtoRomi

Estratto Mela Pink Lady, Insal’Arte OrtoRomi

È al 100 % puro estratto di Mela Pink Lady®. Fedele ai suoi valori che mettono al primo posto la qualità delle materie prime e il controllo della filiera, OrtoRomi ha stretto una partnership con varie realtà che manifestano lo stesso rispetto nei confronti delle colture e del consumatore. L’Associazione Pink Lady® Europe, in particolare, si impegna per un’arboricoltura sostenibile e si affida a un ente di controllo indipendente che assicura costanza qualitativa e tracciabilità delle mele.
È prodotto solo frutta di prima scelta, estratta e pastorizzata a freddo e trattata con l’HHP, metodo all’avanguardia che prevede di sottoporre la bevanda già imbottigliata a pressioni elevate, senza alterazioni termiche di rilievo. L’HPP consente di mantenere inalterate le qualità organolettiche delle materie prime e di allungare la conservazione del prodotto a 4 settimane. Il risultato è un estratto al 100% di pura frutta, senza aggiunta di acqua, zucchero, coloranti né conservanti.

Gli Estratti Insal’Arte si dimostrano la soluzione ideale per integrare maggiormente la dieta con frutta e verdura e per avvicinare i più piccoli al consumo più frequente di questi alimenti.

È disponibile nel formato da 500 ml.
Prezzo: fascia 2.89 – 3.49 euro.

Maggio 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti