Il Merendino, Beretta

Il Merendino, Beretta

Il Salumificio Beretta – prendendo in considerazione il fatto che lo spuntino è un momento fondamentale della giornata dei bambini e dei ragazzi – ha studiato questa merenda per dare il giusto apporto calorico ed energetico e supportare la crescita.

Merendino risponde alle esigenze dei bambini, ma anche a quelle dei genitori, in quanto perfetto alleato di nutrizione: soddisfa la voglia di qualcosa di buono, ma in modo salutare, cercando di non appesantire. È composto da un panino al latte di piccole dimensioni in tre varianti di gusto: prosciutto cotto e formaggio affettato (vedi foto), prosciutto crudo, salame Milano; sempre abbinato ad un frullato di frutta alla pesca. Il prodotto, inoltre, è conservabile fino a 4 ore fuori dal frigo!

I nuovi Merendino Beretta si presentano in comode vaschette dal look impattante e contraddistinto da un allegro giallo accesso e dal simpatico, storico amico dei Beretta: T-Rex Rexy! E non mancano le sorprese da portare con sé per giocarci con gli amici o per scambiarle e, soprattutto, collezionarle. All’interno di ogni confezione è stato infatti inserito uno dei cinque simpatici Rexy copri-matita ambientati nelle diverse epoche storiche: Rexy preistorico, Rexy faraone, Rexy antico cinese, Rexy guerriero e un Rexy in originale!

Maggio 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti