Nesquik 30% meno zuccheri, Nestlé

Nesquik 30% meno zuccheri, Nestlé

Nell’anno del suo Cinquantesimo compleanno, Nesquik rinnova la grafica delle sue confezioni e presenta una nuova ricetta con cacao certificato Rainforest Alliance e con vitamina D.

Con un occhio sempre più attento al nostro pianeta, la certificazione del cacao di Nesquik si converte a Rainforest Alliance: organizzazione internazionale senza scopo di lucro che lavora con l’obiettivo di rendere il business responsabile la nuova normalità, di creare un’alleanza per proteggere le foreste, migliorare i mezzi di sussistenza degli agricoltori e delle comunità forestali, promuovendo i loro diritti umani e supportandoli nell’affrontare la crisi climatica in corso.

Con Nesquik i più piccoli (ma anche i grandi), fin dal mattino, sono trasportati in un mondo fatto di gioco e allegria nel quale “Crescere è divertente!” grazie al vortice di latte e cacao ripreso dall’alto, posizionato sulla confezione di Nesquik Cacao solubile per latte, Nesquik 30% meno zuccheri e Nesquik Extra Choco. Il divertimento a colazione incontra i nutrienti essenziali come la vitamina D, che contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario e all’assorbimento del calcio e del fosforo.

Nesquik 30% meno zuccheri è la ricetta Nesquik con delizioso cacao e avena e con il 30% in meno di zuccheri rispetto alla ricetta classica Nesquik.

In vendita a 2,99 euro nella confezione da 350 g.

Maggio 2021

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti