Olio extra vergine di oliva Sostenibile 100% Italiano, Oleificio Zucchi

Olio extra vergine di oliva Sostenibile 100% Italiano, Oleificio Zucchi

Gusto e salute diventano sostenibili nel più prezioso degli alimenti. Un percorso trasparente dal campo alla tavola, che rispetta l’ambiente e coniuga sapore e benessere, è garantito oggi dall’extra vergine di oliva 100% Italiano Zucchi, il primo proveniente da una filiera certificata sostenibile – che segue cioè una produzione limpida in ogni suo passaggio, dalla raccolta delle olive alla spremitura, fino alla tavola.

Oleificio Zucchi presenta così un prodotto unico che racconta una storia fatta di qualità, sicurezza ed etica, animata dalla passione di tutti i suoi attori e condita dal profumo dei migliori uliveti italiani.

Dal sapore rotondo, morbido e dolce, con delicate note di mandorla ed erba appena tagliata, l’Olio extra vergine di oliva Sostenibile 100% Italiano Zucchi dà il meglio usato a crudo, per condire innanzitutto le pappe dei bambini, ma anche piatti freschi per tutta la famiglia, come pinzimoni, carpacci e insalate, o più rustici come zuppe e minestre, ma anche per impreziosire una grigliata di carne o pesce.

Settembre 2017

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti