Sedanam Bimbi, Named

Sedanam Bimbi, Named

Questo prodotto, studiato per i bambini, assicura il benessere notturno dei più piccoli. Grazie alla sua formula innovativa, è in grado di agire su più fronti, sfruttando la sinergia e le proprietà di differenti estratti vegetali, alcuni dei quali agiscono in vari ambiti, ad esempio la digestione, i disturbi alle vie aeree e le tensioni muscolari, che spesso sono condizioni di disturbo per il risposo.

I componenti di Sedanam® Bimbi sono:

– Passiflora, per favorire il sonno e le fasi REM.
– Scutellaria, che esplica un effetto complementare agendo sulla funzione digestiva.
– Tiglio e Giuggiolo, che favoriscono il rilassamento.
– L-Teanina, aminoacido coinvolto nella produzione di Gaba che, a livello endogeno, è un importante neurotrasmettitore inibitorio del sistema nervoso centrale.
– Vitamina B6, che contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
– Melissa e Camomilla, che aiutano i normali processi digestivi e favoriscono un rilassamento naturale.
– Pino, ad azione antiossidante.

Si trova in farmacia e sull’online shop di Named, in formulazione liquida, da 200 ml al costo di 16,90 euro.

www.sedanam.it

Febbraio 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti