Spaghetti Shirataki, ZenPasta

Spaghetti Shirataki, ZenPasta

Sono una tipica pasta giapponese, bianca, quasi trasparente, che solo nella forma ricorda i nostri spaghetti, perché la sua formulazione è completamente diversa. Gli Shirataki sono, infatti, composti quasi esclusivamente da fibra, il glucomannano, sono sazianti e hanno un indice glicemico basso. Inoltre, essendo del tutto privi di glutine, sono un prodotto ideale anche nella dieta dei celiaci.
Quelli di ZenPasta, grazie a un’innovativa tecnica di essiccazione, sono gli unici Shirataki secchi a essere commercializzati sul mercato italiano: le confezioni risultano quindi più facili da trasportare e sono più semplici da conservare. Inoltre, a differenza degli shirataki in acqua, hanno una consistenza più al dente e simile alla pasta tradizionale.

Il glucomannano è una fibra solubile estratta dalla farina di konjac, una radice millenaria che cresce nelle foreste del sud-est asiatico. Questa preziosa fibra gode di proprietà benefiche e depurative, perché è in grado rallentare l’assorbimento di carboidrati e grassi, mantenere sotto controllo la glicemia e ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

In vendita nei negozi specializzati, bio e parafarmacie, la confezione da 250 g (quantità prodotto cotto 600 g) ha un prezzo consigliato di 9.90 euro.

Maggio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus: è pericoloso per la fertilità maschile?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Mario Mancini

Non c'è alcuna evidenza scientifica a supporto dell'ipotesi che il SARS-CoV-2 causi infertilità nell'uomo: si tratta dunque di una bufala.   »

Va bene questo valore delle beta?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In sesta settimana, un valore dell'ormone beta-hCG superiore a 10.000 esprime che la gravidanza è in evoluzione, quindi è un ottimo segno.   »

Bimba di tre anni che fa sempre le stesse domande

26/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' normale che un bambino di tre anni chieda e richieda spesso le stesse cose: le risposte che ottiene (e che ci devono sempre essere) gli servono per consolidare le sue conoscenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti