Cuddle & Bubble, Chicco

Cuddle & Bubble, Chicco

Bagnetto e fasciatoio, l’unione di confort e praticità per l’igiene del bambino. Cuddle & Bubble è anche una soluzione pratica per la mamma, grazie all’esclusiva regolazione in altezza su 3 livelli e al ricco accessoriamento che ne fanno un perfetto alleato per i momenti di igiene del bambino. Si monta in un solo minuto ed è dotato di una serie di accessori e scomparti porta oggetti. Ha uno stile sobrio e minimale per adattarsi in ogni casa.

Per le prime settimane di vita del bambino, il fasciatoio è dotato di morbido riduttore che puo’ essere rimosso quando il bambino cresce, assicurando un comfort totale da 0 a 12 mesi. Questo bagnetto-fasciatoio è compatto e semplice da trasportare, si può infatti ripiegare ed è dotato di 2 comode ruote con freni.

Altre caratteristiche:

–        Vaschetta ergonomica con finiture antiscivolo.

–        Chiusura veloce grazie a due bottoni ergonomici.

–        Pratico lavatesta.

–        Cassetta portaoggetti rimovibile.

–        Innesto per doccetta e canale per svuotamento rapido.

–        Vano laterale porta saponi.

In vendita a 129 euro.

Ottobre 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti