Nuk Nature Sense, Nuk

Nuk Nature Sense, Nuk

Con l’obiettivo di avvicinarsi sempre di più alla natura, NUK ha sviluppato la tecnologia del nuovo NUK Nature Sense: le sue tante piccole aperture sono modellate sui dotti mammari in modo che il bere dal biberon lasci al bambino la gioia di una sensazione naturale e, soprattutto, di un flusso regolare. Inoltre, la punta extra-soffice della tettarella è particolarmente flessibile e si adatta alla bocca del bambino come fa il capezzolo materno.

L’ampio e flessibile appoggio per le labbra (3) dona una sensazione naturale come se fosse il seno materno. L’innovativa valvola NUK Anti-Colic permette il flusso continuo del liquido e aiuta a prevenire l’ingerimento involontario di aria e il conseguente fastidio. Specialmente nei primi 3 mesi di vita, i bambini possono soffrire delle cosiddette coliche molto più frequentemente. L’appoggio per le labbra flessibile e l’innovativa valvola Anti-Colic assicurano una naturale suzione come se fosse dal seno materno in modo che il bambino non ingerisca aria.

Le tettarelle in silicone sono disponibili in due misure: 0-6 mesi con flusso M e 6-18 mesi con flusso M per il latte artificiale; 6-18 con flusso L per liquidi più densi. Il biberon è stato progettato con collo largo per permettere un facile riempimento e una pulizia semplice. La bottiglia in polipropilene (PP) di alta qualità è senza BPA e particolarmente resistente. Disponibile in due formati da 150 ml e da 260 ml.

Prezzo suggerito al pubblico del biberon da 150 ml è 10,49 euro e del biberon da 260 ml è 12,49 euro.

Agosto 2017

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti