Anthelios Sun Intolerance Spf 50+, La Roche-Posay

Anthelios Sun Intolerance Spf 50+, La Roche-Posay

Per la pelle del viso e del corpo, una crema solare arricchita con Neurosensina lenitiva e senza profumo.

Ideala per la pelle sensibile e tendente a intolleranze solari, comunemente chiamate allergie solari.
Tecnologia XL-PROTECT per una protezione solare ad ampio spettro, e filtri anti-UVA/UVB fotostabile.
Protezione ottimale SPF 50+ rinforzata contro i raggi UVA (circa 2 volte più rigorosa di quanto raccomandato a livello europeo per i prodotti solari) grazie alla tecnologia XL-PROTECT, unita alle proprietà lenitive e antiossidanti dell’Acqua Termale di La Roche-Posay.

Tollerabilità dimostrata sulla pelle sensibile: il prodotto è stato testato sotto controllo dermatologico sulla pelle sensibile.
Efficacia provata sulla pelle sensibile al sole: l’efficacia di ANTHELIOS è stata dimostrata da 28 studi clinici condotti in vivo da esperti in fotodermatologia riconosciuti a livello mondiale.
Protezione solare formulata con Acqua Termale di La Roche-Posay: quest’acqua dalle caratteristiche uniche, particolarmente efficace contro i radicali liberi che possono essere generati dai raggi UVA-UVB,  arricchisce i prodotti solari ANTHELIOS con proprietà lenitive e antiossidanti.

In farmacia, 50 ml, 25 euro.

Luglio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Paroxetina: si può assumere nel periodo preconcezionale e poi in gravidanza?

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In relazione agli psicofarmaci, nel periodo del concepimento e poi durante la gravidanza è importante assumerli sotto la guida dello psichiatra e del ginecologo, in accordo tra loro.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti