Anthelios Sun Intolerance Spf 50+, La Roche-Posay

Anthelios Sun Intolerance Spf 50+, La Roche-Posay

Per la pelle del viso e del corpo, una crema solare arricchita con Neurosensina lenitiva e senza profumo.

Ideala per la pelle sensibile e tendente a intolleranze solari, comunemente chiamate allergie solari.
Tecnologia XL-PROTECT per una protezione solare ad ampio spettro, e filtri anti-UVA/UVB fotostabile.
Protezione ottimale SPF 50+ rinforzata contro i raggi UVA (circa 2 volte più rigorosa di quanto raccomandato a livello europeo per i prodotti solari) grazie alla tecnologia XL-PROTECT, unita alle proprietà lenitive e antiossidanti dell’Acqua Termale di La Roche-Posay.

Tollerabilità dimostrata sulla pelle sensibile: il prodotto è stato testato sotto controllo dermatologico sulla pelle sensibile.
Efficacia provata sulla pelle sensibile al sole: l’efficacia di ANTHELIOS è stata dimostrata da 28 studi clinici condotti in vivo da esperti in fotodermatologia riconosciuti a livello mondiale.
Protezione solare formulata con Acqua Termale di La Roche-Posay: quest’acqua dalle caratteristiche uniche, particolarmente efficace contro i radicali liberi che possono essere generati dai raggi UVA-UVB,  arricchisce i prodotti solari ANTHELIOS con proprietà lenitive e antiossidanti.

In farmacia, 50 ml, 25 euro.

Luglio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti