Biokap Shampoo Nero Detossinante, Bios Line

Biokap Shampoo Nero Detossinante, Bios Line

Inquinamento, smog, impurità e sebo in eccesso possono appesantire il cuoio capelluto e rendere la chioma spenta e priva di volume. Lo Shampoo Nero Detossinante è formulato specificamente per purificare a fondo il cuoio capelluto e alleviare la sensazione di prurito, restituendo vitalità, benessere e leggerezza a cute e capelli. Adatto a tutti i tipi di capelli, abbina l’effetto detossinante e purificante delle Argille nere con l’azione del carbone vegetale da Bambù, che assorbe impurità e sporco. Ad attenuare la sensazione di prurito e gli eventuali arrossamenti contribuisce un derivato vegetale dello zucchero Xilitolo, mentre il Mentolo e l’olio essenziale di Rosmarino bio idratano e rinfrescano, donando un senso di comfort e benessere che rivitalizza cute e capelli. Il colore scuro dello shampoo è dato dalla polvere di carbone vegetale. Si elimina con il risciacquo e non altera il colore dei capelli, sia naturali che tinti.

Si usa in caso di cute impura, eccesso di sebo e residui di smog. Per chi vive in ambienti inquinati o lavora in ambienti polverosi. Per usarlo fare così: applicare sui capelli bagnati, massaggiare e risciacquare. È adatto a uomini e donne e a ogni tipo di chioma, anche colorata.

In erboristeria e farmacia, 200 ml, 11 euro.

Gennaio 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti