Crema viso antimacchie 30+, Linea mamma Helan

Crema viso antimacchie 30+, Linea mamma Helan

Questa crema visto ad alta protezione protegge dalla degradazione dell’elastina e dell’acido ialuronico per il contenuto in aloe vera succo ed echinacea angustifolia, molto ricche di bioflavonoidi, anti-elastasi e anti ialuronidasi. Aiuta a prevenire i danni del sole sulla pelle, grazie all’estratto di melograno, depigmentante e fotoprotettivo. Il suo sistema filtrante innovativo, efficiente e fotostabile è in grado di svolgere un’efficace azione contro le macchie cutanee. Previene inoltre la formazione dei radicali liberi e il photo-ageing, in virtù di un pool di antiossidanti che imita e intensifica il naturale sistema di difesa della cute aumentandone l’efficacia. La formula morbida e delicata sulla cute resiste all’acqua quanto necessario, è facile da applicare e non lascia tracce bianche. Fa parte della linea Mamma, cuore nel cuore, coccole per nove mesi, dalla fresca profanazione biologica.

In farmacia ed erboristeria, 30 ml, 28 euro.

Maggio 2017.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti