Gelcrema Hydrafusion, Rilastil

Gelcrema Hydrafusion, Rilastil

È dedicato agli inestetismi della cellulite e ha una texture, dal colore leggermente rosato e delicatamente profumata al pepe rosa, che permette un assorbimento immediato. Il prodotto idrata profondamente il tessuto cutaneo, aiutando al contempo a combattere la ritenzione idrica. La sua formula contiene estratti vegetali come la prunella vulgaris e la celosia cristata che, nel tempo, aiutano a contrastare la formazione di cellule adipose e favoriscono lo smaltimento degli accumuli di grasso e Dna Sodico, che stimola la rigenerazione cellulare, donando elasticità e idratazione alla pelle. Rilastil Hydrafusion può essere utilizzato nelle donne in gravidanza e in allattamento e non interferisce con il metabolismo tiroideo, poichè le formulazioni non contengono caffeina, bioflavonoidi e iodio libero, principi attivi spesso utilizzati nei dermocosmetici a effetto snellente e controindicati per l’uso in gravidanza e in allattamento. Inoltre, per garantire performance ottimali di tollerabilità, le referenze sono clinicamente, dermatologicamente e microbiologicamente testate e sono controllate su ogni lotto di produzione per la verifica dei livelli di Nickel, Cobalto, Cromo, Palladio e Mercurio.

In farmacia, nel flacone con pompa da 400 ml, a 35 euro.

Novembre 2017

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni sulla pelle dopo il vaccino anti-Covid

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Rocco Russo

Le eventuali reazioni locali all'inoculazione del vaccino possono essere controllate con pomate a base di antistaminico.  »

Feto un po’ più grande rispetto all’atteso

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

La gravidanza può essere ridatata grazie a quanto rilevato con la prima ecografia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti