Maschera per capelli in tessuto, Biopoint

Maschera per capelli in tessuto, Biopoint

Biopoint prende ispirazione dalla tendenza delle maschere viso in tessuto creando un prodotto dedicato alla cura del capello, che sia in grado di racchiudere il trattamento professionale del salone in un unico e pratico gesto da effettuare a casa con estrema semplicità, per integrare il benessere del capello nella cura quotidiana di sé.

Questa maschera  si indossa facilmente in casa ed in solo 15 minuti migliora la bellezza dei capelli. L’elemento innovativo risiede nella Tecnologia Termo – Vapore di cui si avvale. Pratica e comoda da applicare perché già imbibita del trattamento. Quando si indossa, infatti, grazie all’ effetto calore che si crea al suo interno, è in grado di chiudere le cuticole del capello, riparandolo in profondità e permettendo ai principi attivi di penetrare in maniera ancor più efficace potenziandone l’azione.

Durante il trattamento ci si può dedicare ad altro perché non cola, né macchia e, al termine della posa, i capelli risultano subito nutriti, fluidi, morbidi e lucenti, proprio come dopo un trattamento professionale in salone.

Disponibile in tre varianti differenti: trattamento protezione colore, trattamento riparazione e trattamento lucentezza.

In vendita in busta da 35 ml a 7,50 euro.

Maggio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Piccolissimo che piange perché vuole stare in braccio

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non stupisce affatto che un bimbo di neppure due mesi smetta di piangere solo quando viene preso in braccio dalla madre. Spetta a quest'ultima trasmettergli l'affettuoso, rassicurante messaggio di esserci per lui sempre e comunque, anche quando è nella culla.   »

Fai la tua domanda agli specialisti