ReduXcell Booster Defence Body, BioNike

ReduXcell Booster Defence Body, BioNike

Formulato con l’esclusivo “AlgaForShape Complex” dall’intensa azione lipolitica, aiuta a combattere efficacemente gli inestetismi della cellulite, contribuendo a ridurre i grassi stoccati e contrastando la formazione di nuovi accumuli adiposi. Questa emulsione dalla texture leggera e a rapido assorbimento favorisce la compattezza cutanea, migliorando visibilmente l’aspetto “a buccia d’arancia”.

Lo speciale applicatore dotato di 5 sfere massaggianti permette di ottimizzare i risultati e di aumentare l’efficacia del trattamento, riducendo considerevolmente l’aspetto della cellulite su tutte le zone problematiche (pancia, glutei, fianchi, gambe e braccia). SENZA CAFFEINA, con profumo esente da allergeni. Efficacia Testata

Contiene
AlgaForShape Complex: complesso esclusivo costituito da estratti di alga rossa (Jania rubens), Coleus forskohlii (titolato in Forskolina) e phytoplankton.
• Svolge attività lipolitica
• Regola la lipogenesi
• Migliora il trofismo del tessuto connettivo
• Favorisce l’ossigenazione tramite un’azione detossinante.
Troxerutina veicolata in Niosomi: flavonoide attivo su capillari, favorisce il drenaggio dei liquidi.

In farmacia, 200 ml, 34,50 euro.

Marzo 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti