ReduXcell Booster Defence Body, BioNike

ReduXcell Booster Defence Body, BioNike

Formulato con l’esclusivo “AlgaForShape Complex” dall’intensa azione lipolitica, aiuta a combattere efficacemente gli inestetismi della cellulite, contribuendo a ridurre i grassi stoccati e contrastando la formazione di nuovi accumuli adiposi. Questa emulsione dalla texture leggera e a rapido assorbimento favorisce la compattezza cutanea, migliorando visibilmente l’aspetto “a buccia d’arancia”.

Lo speciale applicatore dotato di 5 sfere massaggianti permette di ottimizzare i risultati e di aumentare l’efficacia del trattamento, riducendo considerevolmente l’aspetto della cellulite su tutte le zone problematiche (pancia, glutei, fianchi, gambe e braccia). SENZA CAFFEINA, con profumo esente da allergeni. Efficacia Testata

Contiene
AlgaForShape Complex: complesso esclusivo costituito da estratti di alga rossa (Jania rubens), Coleus forskohlii (titolato in Forskolina) e phytoplankton.
• Svolge attività lipolitica
• Regola la lipogenesi
• Migliora il trofismo del tessuto connettivo
• Favorisce l’ossigenazione tramite un’azione detossinante.
Troxerutina veicolata in Niosomi: flavonoide attivo su capillari, favorisce il drenaggio dei liquidi.

In farmacia, 200 ml, 34,50 euro.

Marzo 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Piccolissimo che piange perché vuole stare in braccio

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non stupisce affatto che un bimbo di neppure due mesi smetta di piangere solo quando viene preso in braccio dalla madre. Spetta a quest'ultima trasmettergli l'affettuoso, rassicurante messaggio di esserci per lui sempre e comunque, anche quando è nella culla.   »

Fai la tua domanda agli specialisti