Refiller, Net Beauty

Refiller, Net Beauty

Questo integratore alimentare nasce dall’attento studio di due farmacisti con all’attivo oltre dieci anni di esperienza nel settore dell’integrazione, con lo specifico obiettivo di “nutrire” la pelle dall’interno, integrando tutte quelle sostanze che, nel momento in cui vengono meno, provocano in essa una perdita di elasticità e compattezza.
Classificato come prodotto nutraceutico, Refiller® è composto da cinque principi attivi: Collagene marino idrolizzato, Acido Ialuronico, Vitamina C (L-ascorbato di calcio), N-acetilglucosamina e N-acetilcisteina che agiscono sinergicamente per preservare la naturale bellezza e benessere della pelle. Il Collagene marino idrolizzato, cioè “frammentato” per aumentarne l’assorbimento, ha un effetto rimpolpante, poiché contribuisce a rafforzare, mantenere flessibile e supportare il tessuto connettivo. L’Acido Ialuronico, in questo caso a basso peso molecolare per massimizzarne l’assorbimento, aiuta, invece, a preservare l’idratazione e l’elasticità della pelle, così da migliorarne l’estetica e conservarne, nel contempo, l’aspetto giovane e sano. La Vitamina C, inoltre, in qualità di antiossidante naturale, combatte i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e aumenta la produzione endogena di collagene, mentre l’N-acetilglucosamina va a stimolare la normale sintesi dall’interno di acido ialuronico. Infine, l’N-acetilcisteina contribuisce a proteggere la stabilità di un importante antiossidante: il glutatione.
Questo innovativo prodotto risulta di facile digestione, oltre che insapore, privo di zuccheri, edulcoranti, coloranti e OGM.

La confezione da 30 compresse costa 78 euro. Il trattamento consigliato è di 3 mesi, da ripetersi 2 volte l’anno. Distribuito da Qualifarma srl.

Ottobre 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti