Smagliature Crema per pelli sensibili e reattive, Rilastil

Smagliature Crema per pelli sensibili e reattive, Rilastil

È un trattamento attivo per contrastare le smagliature, appositamente studiato per pelli sensibili e reattive, soggette a prurito ed allergia. Dalla texture ricca e cremosa, il prodotto si presta anche per un prolungato massaggio e può essere utilizzato sia in gravidanza che durante l’allattamento.

È formulata per ridurre al minimo il rischio di sensibilizzazione, prurito ed allergia. Previene e contrasta le smagliature di colore bianco o rosso/violaceo su addome, fianchi, cosce e seno (Sodium Butyroyl Hyaluronate) con una spiccata azione elasticizzante, idratante ed eutrofica (Insaponificabile olio di oliva, Sodio ialuronato e PCA sodico). Nutre in profondità la pelle, rendendola più elastica e morbida (Burro di Karité e Vitamina E).

In vendita in farmacia nel tubo da 200 ml a 42,90 euro.

Settembre 2019

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio per il risultato del test di Coombs

24/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se, dopo l'immunoprofilassi, il test di Coombs risulta negativo significa che non vi è sensibilizzazione verso il fattore RH: si tratta di un esito di cui essere contenti.   »

Dubbio sul valore dell’alfafetoproteina in gravidanza

22/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Il dosaggio dell'alfafetoproteina con il miglioramento delle tecnica ecografica ha perso significato come indagine per individuare alcune malformazioni del feto, come la spina bifida.   »

Streptococco vaginale al quinto mese di gravidanza

18/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco De Seta

Lo streptococco vaginale è di riscontro frequente in gravidanza. Se individuato molte settimane prima del parto va trattato solo se dà luogo a sintomi.   »

Verso la sesta settimana l’embrione non si vede: proseguirà la gravidanza?

18/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non è raro che prima della sesta settimana l' ecografia non visualizzi l'embrione, senza che questo sia automaticamente brutto segno. Sarà comunque l'ecografia successiva a chiarire se la gravidanza è evolutiva o no.   »

Fai la tua domanda agli specialisti