Trattamento Giorno Rassodante Linea Melograno – Weleda

Trattamento Giorno Rassodante Linea Melograno – Weleda

Trattamento Giorno Rassodante (nella foto) riduce i segni del tempo, protegge e rassoda.

Una crema ricca e di facile assorbimento a base di oli di melagrano e argan biologici. La sua formula efficace, ricca di antiossidanti, aiuta a catturare i radicali liberi che causano l’invecchiamento cutaneo ed attiva la rigenerazione delle cellule. La pelle è più compatta, radiosa. Ideale anche come base per il make up.

Trattamento Notte Rassodante, invece,  attiva la rigenerazione cutanea, rassoda e nutre la pelle. Crema formulata per il riposo notturno dalle proprietà nutrienti, rassodanti e anti-age. Un trattamento antiossidante che attiva i processi rigenerativi delle cellule cutanee formulato con olio di melograno biologico, olio di argan biologico e altri preziosi ingredienti come il miglio dorato. Al risveglio la pelle risulta più compatta e radiosa.

 

Trattamento Giorno Rassodante, formato 30 ml, prezzo consigliato 25,30 euro.

Trattamento Notte Rassodante, formato 30 ml, prezzo consigliato 26,30.

 

Marzo 2022

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti