Ariasana, Nuvita

Ariasana, Nuvita

È un umidificatore ad ultrasuoni a vapore freddo studiato per l’utilizzo frequente nella cameretta dei bambini e per chi soffre di allergie, in in quanto esclude totalmente il rischio di muffe, germi e batteri che possono essere veicolati nell’aria attraverso il vapore.
Dispone di 2 filtri:
– 1 filtro a carboni attivi che purifica l’acqua contenuta nel serbatoio;
– 1 filtro agli ioni d’argento che purifica il vapore in uscita eliminando oltre il 99% di germi e batteri.
Grazie all’azione combinata dei 2 filtri l’aria della stanza umidificata con Nuvita Ariasana risulterà più sana e pulita rispetto a quella ottenuta con altri umidificatori a vapore freddo favorendo così la buona respirazione ed il benessere.
Estremamente silenzioso, ha un serbatoio da 2,5 lt per un uso continuo fino a 9 ore. Si spegne automaticamente quando l’acqua si esaurisce.
In vendita a 59,99 euro.

Gennaio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti