Bepanthenol Pasta protettiva lenitiva, Bayer

Bepanthenol Pasta protettiva lenitiva, Bayer

Contiene pantenolo (in concentrazione al 5%), la pro vitamina B5 efficace nel favorire il naturale processo di rigenerazione della pelle; lipidi cutanei, che creano una barriera protettiva che lascia traspirare la pelle delicata ma la isola dal contatto con sostanze irritanti, mantenendola morbida e idratata.

Bepanthenol Pasta Lenitiva Protettiva è indicata per la prevenzione e il trattamento di: arrossamenti del sederino del bambino, pelle secca, screpolata e facilmente irritabile. Può essere utilizzata fin dai primissimi giorni, a ogni cambio di pannolino. È sicura: non contiene profumi, conservanti e altre sostanze potenzialmente irritanti, ed è clinicamente testato. Non è occlusiva: la semipermeabilità consente alla pelle di ”respirare”. Agisce a lungo: la sua protezione dura nel tempo. È trasparente: consente di seguire l’evoluzione dell’irritazione fino al ritorno della normalità. È pratica: è facile da spalmare e non richiede l’asportazione fra un’applicazione e l’altra.

Novembre 2017

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che tira i capelli alla mamma: che fare?

09/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Afferrare i capelli della mamma anche in maniera così decisa da provocare un forte fastidio non è espressione della volontà diel bambino di "farle del male" quanto piuttosto di un desiderio di appropriarsi totalmente di lei.   »

Epatiti dei bambini: c’entra il vaccino contro il CoVid-19?

28/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono elementi che suggeriscano una relazione tra il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 e l'epatite acuta dell'età pediatrica.  »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti