Purificatore Umidificatore AC4080/10, Philips

Purificatore Umidificatore AC4080/10, Philips

Si respira aria più sana con questo sistema combinato che purifica e umidifica. Purificatore d’aria con tecnologia di filtraggio Vitashield IPS. Certificato ECARF per andare incontro alle esigenze delle persone allergiche. Grazie al sistema di filtri, pulisce l’aria delle impurità filtrando polveri ultrasottili, batteri e virus di dimensione maggiore ai 0,02 microns. L’umidificazione NanoCloud immette nell’aria il 99% in meno di batteri rispetto alla tecnologia standard ad ultrasuoni. Sistema di protezione per l’aria sana: il prodotto si ferma quando il filtro va sostituito.

Umidificatore d’aria con tecnologia NanoCloud con funzionamento per evaporazione naturale .
Sensore intelligente che controlla la qualità dell’aria e ne da un feedback luminoso (blu-viola-rosso).
Con modalità di umidificazione e purificazione automatica e tre velocità per controllare il flusso dell’aria e la rumorosità.
Modalità “sleep” per funzionamento silenzioso (solo 36 dB ) e a luminosità ridotta per l’utilizzo notturno con Timer 1/4/8 ore facile da impostare.

In vendita a 379,99 euro.

Gennaio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti