La cosa più grandiosa, Erickson

La cosa più grandiosa, Erickson

C’è una bambina come tante e c’è il suo migliore amico, il suo cane. Arriva, un giorno, un’idea fantastica: costruire la cosa più grandiosa di sempre! La bambina armeggia e martella e misura. Il suo assistente saltella e ringhia e mordicchia. Solo che, non tutto va sempre per il verso giusto, e capita che invece che con squadra, righello e metro, ci si ritrovi a fare i conti con sentimenti di rabbia, tristezza e frustrazione. Ma con un pizzico di incoraggiamento a condire una passeggiata liberatoria, poi anche i fallimenti non appaiono più così sbagliati: in fondo, ogni prova è utile ad avvicinarsi sempre più alla riuscita finale, anche se ciò implica talvolta cambiare ciò che si era pensato all’inizio o, meglio, guardarlo da una diversa prospettiva…

Dalla gestione della rabbia, allo sviluppo dell’immaginazione e dell’autostima fino al tema, quanto mai attuale, degli stereotipi di genere, l’opera di Ashley Spires – che in Canada ha venduto più di 200 000 copie -, affronta con freschezza e lieve ironia insegnamenti universali che, in quanto tali, sono validi in fondo per tutte le età. L’edizione è corredata da una “guida per l’adulto”, piccolo vademecum per genitori e insegnanti che desiderino fornire ai piccoli lettori gli strumenti per leggere il mondo in modo consapevole, attraverso lo svolgimento di una serie di attività.

La cosa più grandiosa è marchiato STEM, acronimo inglese di Scienza-Tecnologia-Ingegneria-Matematica che indica storie e narrazioni che mirano a stimolare la curiosità verso il mondo della scienza. Libri pensati per giovani lettrici e giovani lettori che non temono di sperimentare, inventare, provare e, perché no, di sbagliare, per realizzare i propri sogni.

Di A. Spires, 13,50 euro.

Maggio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Strapazzo forte nelle prime settimane di gravidanza: ci sono pericoli?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'utero è morbisissimo al suo interno, rivestito da tessuto muscolare elastico all'esterno, e il liquido di cui è piena la camera gestazionale fa da ulteriore ammortizzatore in caso di urti intensi, quindi non è facile (per fortuna!) causare traumi al feto. La natura fa le cose per bene.   »

Bimba di sei anni che tiranneggia mamma e fratello: che fare?

08/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Una bambina costantemente ribelle, che fa continui capricci e assume atteggiamenti provocatori probabilmente ha solo bisogno dei famosi paletti, che segnano il limite da non superare e, per quanto strano possa apparire, fanno sentire i figli amati, protetti, accuditi.   »

Fai la tua domanda agli specialisti