Giotto Superlaccato 24 matite, Fila

Giotto Superlaccato 24 matite, Fila

Quasi cento anni di lavoro e di ascolto delle esigenze della scuola e dei bambini danno forma ai pastelli Giotto e la garanzia di un colore scorrevole, un consumo controllato della mina e una resistenza a prova di caduta. Qualità che quest’anno arriva sui banchi in una versione super con  Superlaccato: una mina di qualità superiore extralarge ricca di pigmenti coloranti che garantiscono ottima resa e lunga durata. Ben 3,8mm racchiusi in 18cm di legno certificato. E ogni matita Superlaccato ha un tocco in più, perché è personalizzabile con il proprio nome.

36 colori e diversi formati a disposizione: 12, 24 e 36 pezzi oltre ai pratici blister da due pezzi nelle tonalità giallo, rosso, verde e azzurro per ricaricare l’astuccio con i colori più utilizzati.

La confezione da 24 pezzi costa 15,20 euro.

Agosto 2019

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti