Baby Monitor Audio 500, Nuk

Baby Monitor Audio 500, Nuk

Questo nuovo Baby Monitor è stato pensato sia per tenere sotto controllo costantemente il bebè, sia per garantire che questo monitoraggio avvenga nel modo più salutare e sicuro possibile.

È un dispositivo che non emette radiazioni persino quando è in modalità Eco, assicura una prestazione ad alta frequenza, rimane acceso fino a 18 ore grazie alla sua batteria LiPo ricaricabile ed è dotato della funzione di comunicazione bidirezionale, per comunicare dolcemente col bambino anche a distanza (raggio d’azione fino a 250 m). È provvisto di Full-Eco Control, perciò il controllo della connessione e del raggio d’azione rimane attivo anche in modalità Eco. La sua tecnologia digitale FHSS offre una trasmissione affidabile del segnale, il suono è chiaro e senza interferenze. Inoltre il dispositivo offre una gamma di 12 canali dedicati tra cui scegliere, per sintonizzarvi la frequenza, tramite la funzione di ricerca automatica.

Il design del prodotto è moderno e minimal, oltre che funzionale: è un prodotto wireless, presenta una spia dedicata alla segnalazione dell’esaurimento della batteria, il livello del volume viene riportato dall’indicatore dedicato presente sul Monitor, i regolatori di volume, il tasto di accensione e quello per la comunicazione sono intuitivi e ben visibili. È quindi un prodotto di massima qualità ed efficiente, oltre che bello da vedere. 

In vendita a 79,90 euro.

Gennaio 2018

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti