Succhietto Genius Silicone, Nuk

Succhietto Genius Silicone, Nuk

Il nuovo succhietto Genius 2.0 in silicone ha una speciale forma ortodontica Nuk appositamente sviluppata dai dentisti per simulare il lavoro di Madre Natura ed aiutare il sano sviluppo mandibolare. Il succhietto Genius 2.0 ha la tettina extra-piatta modellata sulla forma naturale del capezzolo materno, in modo da aderire perfettamente al palato del bambino e garantire maggior spazio alla lingua. È extra-morbido sulla parte superiore, in modo da ridurre l’attrito per consentire un più naturale movimento di suzione e per modellarsi perfettamente al palato del bambino come in natura fa il seno materno. Il collo della tettina è particolarmente sottile in modo da ridurre la pressione su denti e mandibola.

Rispetto al precedente succhietto NUK Genius, questo è il 45% più morbido, il 9% più stretto e il 35% più sottile. È disponibile in 4 diverse misure per accompagnare il bambino in tutte le fasi della sua vita: 0-2 mesi, 0-6 mesi, 6-18 mesi e 18-36 mesi.

In vendita a 7,20 euro.

Agosto 2017

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Paroxetina: si può assumere nel periodo preconcezionale e poi in gravidanza?

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In relazione agli psicofarmaci, nel periodo del concepimento e poi durante la gravidanza è importante assumerli sotto la guida dello psichiatra e del ginecologo, in accordo tra loro.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti