Dubbi dopo il duo-test

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/08/2021 Aggiornato il 02/08/2021

Quando il duo-test suggerisce che ci possa essere un'anomalia del feto, è necessario effettuare indagini via via più approfondite.

Una domanda di: Angela
Ho 28 anni e questa mattina ho fatto il duo test.
Dalle analisi tutto si è riscontrato nella norma tranne il rigurgito trans
tricuspidalico. Sono molto preoccupata perché i dottori non si sono
sbilanciati al riguardo ma mi hanno trasmesso una certa fiducia sul fatto
che si possano escludere anomalie cromosomiche. Resta il fatto che sono
molto preoccupata. Chiedo aiuto a voi in tal caso posso fornire i dati delle
analisi per saperne di più sulla mia situazione. Grazie.

Risponde il professor Giovanni Battista Nardelli, professore ordinario della Clinica Ginecologica e Ostetrica dell’Università degli Studi di Padova, esperto in diagnostica per immagini in ambito ginecologico, ostetrico, ginecologico-oncologico:
“Gentilissima Signora Angela, dal Duo-Test non è possibile porre questo sospetto diagnostico. Purtroppo il ragionevole dubbio è stato inserito, quindi è utile eseguire il DNA fetale su sangue materno non invasivo, che, se non dirimente, apre la strada ad accertamenti genetici invasivi. Il rigurgito fetale può essere monitorato in ecografia e flussimetria color-power doppler per identificare le cause del rigurgito. Molto cordialmente”.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti