E’ tossico l’odore della candeggina?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/04/2019 Aggiornato il 29/04/2019

Per rispondere a un dubbio sulla tossicità dell'ipoclorito di sodio inalato è con noi il responsabile del Centro Antiveleni dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Una domanda di: Giuliano
Salve i miei due bambini di 4 e 6 anni hanno dormito in una camera con un fortissimo odore di candeggina, questo è durato per giorni, avendo dormito
in camera a mia insaputa … Volevo sapere se possono aver riportato danni permanenti, e visto che sono passati 2 anni so che sembra strano, ma si
sente ancora un leggero odore di candeggina quando la camera resta chiusa e in estate è come se fosse rimasta sotto all’imbiancatura. Ci potrebbero
essere dei problemi perché non avendo avuto tempo ho imbiancato subito dopo aver passato la candeggina. Come posso fare per far passare l’odore? Grazie e vi prego rispondetemi .

Risponde il dottor Marco Marano, responsabile del Centro Antiveleni del Bambino Gesù: “L’ipoclorito di sodio, comunemente chiamato candeggina, è venduto in commercio diluito in acqua alla concentrazione dall’1% al 25% circa in soluzione acquosa. Utilizzato come sbiancante e disinfettante ha un caratteristico odore penetrante. Il prodotto venduto per la casa ha una concentrazione inferiore al 5% e di solito se ingerito in piccole quantità, come accade accidentalmente nei bambini, ha un effetto irritante e può provocare vomito e gastralgia. Se inalato può dare segni di irritazione delle vie aeree. Usualmente è bene che, prima di stazionare nella stanza, venga aerato il locale. Se i bambini non hanno accusato sintomi respiratori acuti non bisogna preoccuparsi, perché non sono riportati danni permanenti nei casi di esposizione inalatoria”.
nota della redazione: L’odore della candeggina si elimina dall’ambiente arieggiando il più possibile, quindi aprendo le finestre ogni volta che si può. Un rimedio della nonna consiste nel porre del bicarbonato in contenitori posizionati in alcuni punti della stanza.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacchi della placenta: che fare?

25/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è necessario osservare il riposo assoluto, in caso di distacco placentare, mentre è consigliabile uno stile di vita senza eccessi.   »

Le flash card di anatomia sono adatte a tre anni di età?

19/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Una bimba di tre anni il corpo umano dovrebbe cominciare a conoscerlo partendo dalle varie parti del suo: manine, piedini, nasino, bocca, orecchie e così via.   »

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Fai la tua domanda agli specialisti