Impurità sistolica in una neonata

Dottor Fabrizio Drago A cura di Dottor Fabrizio Drago Pubblicato il 07/09/2018 Aggiornato il 07/09/2018

La presenza di un lievissimo soffio cardiaco rilevata alla nascita è spesso così priva di significato dal punto di vista medico da essere ritenuta "fisiologica", cioè normale.

Una domanda di: Valentina
Gentili medici ho una figlia di 5 mesi che ha sempre goduto di buona salute.
Quando ci hanno dimesse dall’ ospedale, dopo che è nata, la lettera di
dimissioni che mi hanno consegnato non specificava nessun problema. È
successo che però ho fatto richiesta all’ospedale di avere la cartella
clinica completa di mia figlia che ho ritirato oggi. Ebbene, nella cartella, in uno dei diari clinici che la neonatologa compilava
giornalmente quando visitava mia figlia (in tutto siamo rimaste dopo la
nascita solo 2 giorni, quindi è stata visitata solo 2 volte) ho trovato
scritto: impurità sistolica da rivalutare. Ora, la cosa mi ha molto
preoccupata, innanzitutto perché nessuno mi ha mai avvisata di questa cosa e
quindi io non ho ovviamente fatto rivalutare mia figlia da nessuno! Me ne
sono accorta casualmente solo oggi perché ho fatto richiesta della cartella
clinica, altrimenti non lo avrei mai saputo! La mia pediatra comunque che visita
mia figlia una volta al mese le ascolta sempre il cuore e non mi ha mai
parlato di impurità sistolica né di altri problemi. Ho letto che comunque capita
abbastanza frequentemente nei lattanti questa cosa, ma io sono ugualmente
preoccupata e mi chiedo se è il caso di farle una visita cardiologica per
escludere qualche soffio al cuore patologico. Cosa devo fare? Grazie mille.

Risponde il Dottor Fabrizio Drago,
Responsabile UOC di Cardiologia S. Paolo, Palidoro-S. Marinella e Aritmologia
del Dipartimento Medico Chirurgico di Cardiologia Pediatrica, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù IRCCS
L’ impurità sistolica può essere normale nel neonato. Se la sua pediatra non ritiene di fare una rivalutazione vuol dire che non ci sono motivi ulteriori per richiederla ai colleghi cardiologi.
Comunque faccia leggere la cartella alla sua pediatra che valuterà meglio i reperti della sua ascoltazione cardiaca.
Cordiali saluti

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti