Intolleranza ai latticini: a 10 mesi praticamente non esiste!

Professor Giorgio Longo
A cura di Professor Giorgio Longo
Pubblicato il 13/10/2018 Aggiornato il 13/10/2018

E' davvero un'eventualità rarissima l'intolleranza ai latticini in una bambina piccola, quindi non conviene proprio eliminare dalla sua dieta il latte e derivati.

Una domanda di: Chiara
Buonasera, la mia bambina di 10 mesi ha un’intolleranza ai latticini. Non tollera latte e parmigiano, ma tollera lo yogurt che mangia ogni giorno a merenda. Ho provato a darle il formaggio di capra come proteina da aggiungere alla minestrina. Mi sembra che lo tolleri, ma non le piace. Potreste gentilmente suggerirmi un formaggio digeribile dal sapore più delicato del formaggio di capra?
Grazie.

Cara signora, penso con ragionevole certezza che quello che lei dice non possa corrispondere alle realtà delle cose. L’intolleranza al lattosio all’età di sua figlia praticamente non esiste. La forma congenita è rarissima e si manifesta già nei primi giorni di vita con il latte materno o di formula che sia, la forma acquisita, secondaria a celiachia, avrebbe il suo problema nell’intolleranza al glutine non certo nell’intolleranza al latte a quest’ultima secondaria. In sintesi estrema la sua bambina può e deve mangiare tutto il latte e i latticini che vuole e farsi seguire da un bravo pediatra. Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Anti pneumococco e anti rotavirus: sono importanti?

E' una fortuna per i nostri bambini poter essere vaccinati contro malattie che potrebbero avere conseguenze gravissime. E il timore che fare più vaccinazioni insieme possa non essere opportuno è infondato, come lo è ritenere qualche vaccinazione meno utile di altre.  »

Ma cos’è l’autosvezzamento?

Il neologismo "autosvezzamento" è spesso fonte di fraintendimenti o, comunque, confonde le mamme che devono iniziare a proporre le prime pappe. In realtà è una pratica molto più semplice rispetto a quello che in genere si pensa (ma anche un po' utopistica).   »

Fai la tua domanda agli specialisti