Proseguirà la mia gravidanza?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 15/12/2020 Aggiornato il 15/12/2020

Per sapere se e come evolverà la gravidanza occorre necessariamente attendere il trascorrere dei giorni. Meglio se con serenità.

Una domanda di: Alessandra
Buongiorno, ieri visita dal ginecologo in seguito a perdite rosa prolungate, le beta con crescita strana: 102; 507; 2230; 1800 quindi pensavo di aver perso il bambino, il ginecologo invece mi dice di proseguire le cure (aspirinetta, progesterone e deltacortene) e di vederci tra una settimana, perché l’impianto è basso e magari le beta sono così per questo. Non ho capito come può essere?! Ci sono speranze che cresca nonostante tutto ? Sono davvero in ansia.

Gentile signora, il ginecologo le ha consigliato di proseguire le cure evidentemente perché non c’erano segni che la gravidanza fosse interrotta (ovvero, il battito fetale era presente). Purtroppo, nelle epoche così precoci di gravidanza non c’è altro da fare che seguirne l’evoluzione. Non c’è garanzia che tra una settimana la gravidanza abbia avuto seguito né, di conseguenza, che il battito sia ancora presente, ma stare in ansia non serve. Si armi di santa pazienza ed attenda fiduciosa la prossima visita. Mi tenga aggiornata, se desidera. Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti