Sanguinamento e mononucleosi

Dottor Fabrizio Pregliasco A cura di Dottor Fabrizio Pregliasco Pubblicato il 31/01/2020 Aggiornato il 31/01/2020

La comparsa di spotting non ha relazione con la mononucleosi.

Una domanda di: Stefania
Qualche giorno fa mi hanno riscontrato dei linfonodi all’inguine e dei linfonodi al collo. Mi hanno fatto fare esame monotest ed è risultato positivo. Gli altri esami del sangue tra cui emocromo ok. Le mestruazioni sono arrivate il primo gennati e dal 19 gennaio ho macchie rosse come le ho avuto in precedenza. Possono essere dovute alla mononucleosi? Ho fatto test gravidanza negativo.

Risponde Fabrizio Pregliasco, infettivologo:
Gentile signora, ritengo che la sintomatologia non sia collegabile alla monucleosi. Tenga presente che la positività ai test può essere pregressa, cioè può segnalare che l’infezione è stata presa in passato. Per quanto riguarda le insolite perdite di sangue (spotting), le consiglio di effettuare un controllo dal ginecologo per comprendere a cosa sono dovute. Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti