TOS e vaccino anti-CoVid-19

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/10/2021 Aggiornato il 20/10/2021

La terapia ormonale sostitutiva non è una controindicazione al vaccino contro il Sars-CoV-2.

Una domanda di: Angelica
Ho fatto la seconda dose di vaccino il 18 ottobre. Posso iniziare oggi a prendere Progynova?

Gentile lettrice,
nel sito dell’AOGOI (associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani) si legge che non vi sono controindicazioni alla vaccinazione anti-CoVid-19 per le donne che che assumono contraccettivi estroprogestinici o che utilizzano la terapia ormonale sostitutiva, quale è il Progynova (principio attivo, estradiolo).
https://www.aogoi.it/notiziario/position-paper-rischio-trombotico/
Con cordialità.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti