Battito del feto un po’ lento

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 25/02/2020 Aggiornato il 25/02/2020

Quando la lunghezza del feto è ancora modesta, c'è da aspettarsi che battito del suo cuoricino sia ancora lento.

Una domanda di: Elena, mamma speranzosa del terzo figlio
Gentilissima dottoressa Valmori, le ho scritto qualche giorno fa per aggiornarla sul dosaggio delle beta-hCG, dopo aver effettuato il secondo
prelievo e scoprendo, con mia immensa gioia, che sono raddoppiate! Lei mi ha
detto che si sarebbe potuto vedere anche l’embrione e oggi ho effettuato la prima ecografia. Dovrei essere alla sesta settimana, ma come sospettavo,
la gravidanza è stata ridatata di 5+3 perché il crl risulta di 2.9 mm. Ciò che mi preoccupa è il battito cardiaco che risulta essere un po’ lento. La
dottoressa mi ha detto che probabilmente dipende dal fatto che si è “formato da pochissimo” anche perché la camera gestazionale, risulta
omogenea. Prima di avere il mio primogenito, ho affrontato una gravidanza che si è protratta fino alla 17 settimana, con un feto bradicardico, una
camera disomogenea e un sacco vitellino troppo grande. Risultato: il battito si è fermato per sospetta trisomia 18. Ora, nonostante la dottoressa non
veda, a suo dire, niente che faccia pensare a un caso simile, a me fa paura! Possibile che sia come dice lei? Ossia che è ancora troppo presto ed è per
questo che il battito non è velocissimo? Grazie per la sua risposta, dottoressa.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Cara signora mamma, ora capisco meglio la sua ansia visto quello che ha passato prima di avere il suo primo figlio!
In effetti, con un CRL di soli 2,9 mm come medici siamo già più che soddisfatti di osservare il cuoricino dell’embrione già al lavoro!
E’ anche secondo me troppo presto per preoccuparsi di un battito rallentato, come le ha confermato la collega.
Mi rendo conto che tutti questi esami non fanno che prolungare la sua ansia e mi dispiace che lei stia facendo tutta questa fatica.
Soprattutto con i figli si capisce quanto è vero il detto “se son rose, fioriranno”… stiamo andando incontro alla primavera, tutto intorno sboccia…possa anche lei avere la certezza che il suo desiderio si sta preparando a sbocciare!
A proposito, mi ha sempre affascinato l’etimologia della parola embrione: deriva dal greco “en-bruo” che significa “sbocciare dentro”…direi che siamo proprio in tema!
Un carissimo saluto, aspettando buone notizie da parte sua, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti