Vegetariani da che età?

Dottoressa Rosa Lenoci A cura di Dottoressa Rosa Lenoci Pubblicato il 29/01/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Secondo l'Academy of Nutrition and Dietetics, le diete vegetariane correttamente pianificate sono salutari, nutrizionalmente adeguate e possono apportare benefici per la salute. Vale anche per i bambini.

Una domanda di: Barbara
Sono da sempre vegetariana (non vegana!) e vorrei che anche i miei
figli lo diventassero, senza però che vi fossero conseguenze per la
loro salute. Adesso sono ancora piccoli: hanno 6 e 8 anni. Secondo lei
a che età potrei cominciare a togliere la carne e il pesce dalla loro
alimentazione senza esporli a rischi? O forse è meglio aspettare che
abbiano ultimato lo sviluppo (i 18 anni, almeno)?
Grazie mille!
Rosa Lenoci
Rosa Lenoci

Le rispondo citando la posizione dell’Academy of Nutrition and Dietetics: “ Le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, nutrizionalmente adeguate e possono apportare benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Queste diete sono adatte in tutti gli stadi del ciclo vitale, inclusi la gravidanza, l’allattamento, la prima e la seconda infanzia, l’adolescenza, l’età adulta, per gli anziani e per gli atleti”.
Non è quindi una questione di età ma non tralasci il suggerimento della corretta pianificazione e la necessità di farsi seguire da un esperto nutrizionista per garantire ai suoi figli un corretto apporto di tutti i nutrienti in tutte le fasi della loro crescita.
Consuetudine di chi adopera il “fai da te” è quella di sostituire la carne e il pesce con alimenti poco sani prodotti dall’industria alimentare o da tanto formaggio. Non è questa la soluzione più adeguata, per cui se si sceglie la dieta vegetariana è d’obbligo seguire le indicazioni base di un nutrizionista (anche per quanto riguarda l’eventuale integrazione di vitamina B12).
Non dimentichi che “vegetariano” non significa necessariamente “buono” perché tutto dipende dalla qualità del cibo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti