A 12 mesi, ancora solo latte materno per cena?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 04/05/2020 Aggiornato il 23/02/2021

In relazione alla dieta di un bimbo di un anno, non ci sono indicazioni che suggeriscono di proporgli per il pasto serale la sola poppata al seno.

Una domanda di: Maria
Scrivo per una delucidazione in merito alla cena che dovrebbe fare un bimbo di 12 mesi il quale allatta al seno tutt’ora ed ha iniziato lo svezzamento dal sesto mese con pastina con (pesce, carne, formaggio, verdure, uovo e così via). Ho un interrogativo a causa del pediatra: lui dice che il bimbo, visto che allatta al seno, dovrebbe mangiare solo per pranzo alimenti differenti dal mio latte. Secondo voi dovrei ascoltare il pediatra o sarebbe bene inserire anche per cena qualcosa che non sia latte?!
Di mia iniziativa ho cominciato a merenda a dare dello yougurt o frutta o biscotti. Cordialità.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
va bene che il latte possa essere dato quando si vuole ad un piccolo di 12 mesi, ma nulla vieta, anzi, può diventare uno stimolo utile per il bambino, di introdurre un pasto serale, anche per far condividere al bambino la cena con le persone di famiglia. A 12 mesi, infatti, la cena del bambino (come del resto anche il pranzo) può essere uguale a quella degli adulti, a patto che si mangi seguendo le indicazioni della dieta mediterranea. Ben venga dunque alla sera, un piatto unico, come, per esmepio, con pasta e piselli o pasta asciutta tipo capelli d’angelo, condita con passata di pomodoro e 1 cucchiaino di formaggio parmigiano. Anche la frutta di stagione può essere data ad integrazione di un piatto unico. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti