A 4 settimane l’embrione non si vede: cosa sta accadendo?

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 24/05/2021 Aggiornato il 24/05/2021

E' normale che prima della sesta settimana finita l'ecografo non riesca a visualizzare l'embrione, è bene dunque evitare di sottoporsi a indagini troppo presto.

Una domanda di: Emilia
A 4 settimane più 4 giorni la camera gestazionale risulta assente all’ecografia. Ieri ho fatto la beta e sono a 1750,0…
Cosa sta succedendo?
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora,
non sta succedendo assolutamene nulla di preoccupante. Immagino che lei abbia appena scoperto di essere incinta e per ora, cioè così precocemente, possiamo solo dire che sì, la gravidanza è iniziata. ma l’ecografia in questo momento non ha alcun senso, visto che occorre attendere almeno la sesta settimana per visualizzare l’embrione e, molte volte, anche il battito del cuoricino. Ma sono certo che questo il collega che le ha fatto l’ecografia glielo abbia detto, come le avrà detto di tornare per un’ecografia in epoca più consona. Per quanto riguarda il dosaggio delle beta non è necessario continuare a farne, almeno non di prorpia iniziativa (diverso è il caso in cui venga specificatamente richiesto dal ginecologo). Direi dunque di stare tranquilla: l’ansia non è una felice compagnia, anche e soprattutto in gravidanza. Fissi dunque con calma il prossimo appuntamento per l’ecografia così si toglierà ogni dubbio: per il momento non resta che attendere (possibilmnete con serenità). Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fimosi in un bimbo di quattro anni: che fare?

07/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

A volte per risolvere la fimosi è sufficiente la "ginnastica prepuziale", tassativamente vietata prima dei due anni di vita (salvo casi particolari), che richiede dolcezza e mano lieve, perché diversamente si rischia un peggioramento della situazione.   »

Fai la tua domanda agli specialisti