A 57 anni quale contraccezione?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 27/05/2024 Aggiornato il 27/05/2024

Dopo i 50 anni le probabilità di dare inizio a una gravidanza sono pari a zero quindi ricorrere a un metodo anticoncezionale non ha alcuna utilità.

Una domanda di: Laura
Ho 57 anni e ho preso prima la pillola dopo la seconda gravidanza per 22 anni e poi dal 2018 ho messo Nuvaring. Dopo aver avuto ultimo ciclo il 24 aprile non l’ho rimesso su consiglio del ginecologo. Nel frattempo ho fatto test clear blue per monitorare l’eventuale ovulazione: test sempre negativo tranne 11/05/2024 (faccina sorridente). Ieri 22 maggio avrei dovuto riavere ciclo ma niente, con sintomi però di mal di pancia, ho fatto anche test precoce di gravidanza, negativo… Volevo mettere la spirale, ma il ginecologo ha detto di aspettare mestruazioni. Se non vengono ha detto che non c’è bisogno di spirale, io voglio stare tranquilla (e non lo sono) per eventuali gravidanze. Scusi la spontaneità ma mio marito non ne vuole sapere del preservativi. Un consiglio, grazie.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Cara signora,
a 57 anni le probabilità di dare inizio a una gravidanza sono pari a zero. Ricorrere a una contraccezione ormonale o alla spirale è quindi senz’altro inutile. In caso di rapporti sessuali con partner occasionali è invece consigliabile l’uso del profilattico perché mette al riparo dal rischio di contrarre una malattia a trasmissione sessuale, inclusa l’AIDS. Non mi sembra comunque questo il suo caso.
Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti