A 6 settimane non si vede il sacco vitellino

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 23/01/2024 Aggiornato il 23/01/2024

In genere, nella sesta settimane di gravidanza, con un valore delle beta vicino a 4000, si dovrebbero vedere non solo il sacco vitellino, ma anche l'embrione e il battito del suo cuoricino.

Una domanda di: Concetta
Buongiorno volevo chiederle per i conti della dottoressa sono di 6 settimane + 1 giorno, ho fatto le beta e sono uscite 3941.. stamattina sono andata a controllo per la visita, sono di 6 settimane + 6 giorni, la camera gestazionale c’era ma non è riuscita a vedere il sacco vitellino mi dovrei preoccupare?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, per prima cosa mi viene da chiederle che cosa le ha detto la dottoressa che ha effettuato l’ecografia, perché eventualmente è a lei che avrebbe dovuto domnandare se preoccuparsi o no in base a quanto rilevato dall’indagine. Non è infatti possibile che la dottoressa non si sia espressa in alcun modo. Credo che almeno le abbia fissato un’altra ecografia a breve per valutare cosa sta accadendo, dico bene? Non è chiaro a che cosa si riferisca quando parla dei “conti fatti dalla dottoressa” per datare la gravidanza, visto che fino a quando non si può visualizzare e quindi misurare l’embrione il conteggio delle settimane di gravidanza si può fare in un unico modo a cui tutti si riferiscono, ovvero partendo dalla data di inizio dell’ultima mestruazione (che lei non indica). Detto tutto questo, a sei settimane di gravidanza (più uno o sei giorni, non cambia molto) e con il valore delle beta a quasi 4000 si dovrebbero già visualizzare non solo il sacco vitellino, ma anche l’embrione e il battito del cuoricino. Indicativamente, con un valore delle beta a 800 in genere si vede l’embrione, a 1000 anche il battito. In occasione del prossimocontrollo il quandro si ciarirà completamente. Auguri.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti