A sei settimane si vede l’embrione ma non il battito del suo cuoricino

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 31/10/2023 Aggiornato il 31/10/2023

Solo il trascorrere dei giorni permette di scoprire se la gravidanza è in evoluzione o no, quindi occorre avere la pazienza di attendere una successiva ecografia.

Una domanda di: Caterina
Salve dottore, ieri ho fatto la prima ecografia a 6+3 sotto consiglio del ginecologo (so che molti ginecologi non la fanno prima delle 8 settimane) vi allego la situazione in foto, dice che non gli piace la forma della camera che l’embrioncino c’è ma non vede il battito e che non vede il sacco vitellino, insomma mi ha proprio detto che secondo lui è più un no che un sì. Ho fatto sempre le beta fino alla visita ogni 2/3 giorni e sono sempre raddoppiate oggi me le ha fatte ripetere e devo aspettare i risultati e rifare l’eco tra una settimana. Vi giuro non so come sopravvivere questi giorni, spero sia solo troppo presto. Ultima mestruazione il 12 settembre: Le mie beta: Le prime il 16 ottobre 649; Seconde il 18 1342; Terze il 21 2813; Quarte il 24 4857.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Caterina, legga con attenzione quanto le scrivo. Le gravidanze hanno due possibili esiti: la nascita a termine di bambini con un assetto cromosomico in grado di garantire loro quasi sempre una vita sana e gravidanze abortive in cui il feto nella maggior parte dei casi è portatore di uno sbilanciamento cromosomico che non gli permette di svilupparsi oltre le prime settimane. Diciamo che in termini semplici non ha i numeri per andare avanti. Entrambe le gravidanze quando si annunciano danno la speranza di una felice conclusione ma non sempre le cose vanno secondo i desideri e questo va messo in conto. Comunque sia, nella pratica clinica in questa fase precoce di gestazione può essere difficile visualizzare il battito a sei settimane perche il concepimento è stato tardivo e l’embrione è più giovane di quanto si pensi e, se pur dotato di battiti, non è possibile visualizzarlo tramite ecografia. Vi è quindi margine di possibilità di esito felice anche nel suo quadro e il collega che la segue con molta competenza ha chiesto un controllo ad una settimana di distanza come è giusto fare. Se la gravidanza non evolverà deciderà con lui se procedere ad una isterosuzione per accertare se vi è uno sbilanciamento cromosomico dell’embrione come causa della mancata evoluzione positiva di questa gravidanza. Spero ci faccia sapere tra qualche giorno che tutto è andato bene.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti