A un anno di vita deve mettersi in piedi da solo?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 22/12/2023 Aggiornato il 22/12/2023

Non tutti i bambini raggiungono i vari traguardi dello sviluppo motorio alla stessa età, quindi un ritardo di uno-due mesi rispetto all'atteso non è automaticamente segno di qualcosa che non va.

Una domanda di: Serena
Sono mamma di una bambina di 11 mesi molto tranquilla, serena e che non ha mai manifestato alcun tipo di problematica nei vari step di crescita (compreso svezzamento). Alla visita filtro della scorsa settimana il pediatra di famiglia mi ha fatto alcune domande sulle capacità motorie della bimba (sta perfettamente seduta dritta, rotola, si gira, si mette a pancia in giù con il busto sollevato, saluta con la mano, indica le cose, ha la presa a pinza perfetta, si “allunga” come un gatto per afferrare oggetti, si mette a 4 zampe e si sposta strisciando all’indietro). Non gattona, si appoggia agli oggetti e si solleva e arrampica, non mettendosi in piedi ma poggiandosi sulle ginocchia. A seguito di questa precisazione il pediatra mi ha detto che se la bambina entro un mese (compimento dell’anno di età) non si metterà in piedi da sola appoggiandosi agli oggetti e spostandosi rimandendo ancorata a questi, dovrà essere sottoposta ad un esame del sangue per scongiurare un problema muscolare. Non le nascondo che da questa visita io sono MOLTO turbata, essendo una bimba sveglia non mi sono mai preoccupata di un possibile ritardo di tipo motorio, anche al nido mi hanno segnalato che va tutto bene, è solo un pochino pigra (lo è sempre stato sin dalla nascita, tranquilla e dormigliona). Le chiedo, pertanto, se anche per lei all’anno di età io mi dovrò allarmare nel caso in cui la bambina non si alzerà in piedi o se quella del mio pediatra è stata una precauzione in più per scongiurare una ipotesi. La ringrazio molto.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma, ogni bambino ha i suoi tempi di sviluppo, e questo vale anche per l’ambito motorio. Un ritardo di qualche mese nel mettersi in piedi da parte di un bambino può essere fisiologico e non è detto che se un traguardo viene raggiunto un po’ più avanti rispetto all’atteso ci sia ragione di preoccuparsi. Il mio consiglio è che si possano attendere i 13 mesi di età per attendersi che la sua piccola sia in grado di tirarsi su da sola da seduta, attaccandosi ad una seggiola o al bordo del divano, dal momento che tutti gli altri aspetti dello sviluppo sono regolari. Nel frattempo controlli che ci siano progressi nella sua motricità e non regressioni o blocchi dei movimenti, oppure tremori nelle azioni di attività muscolare. Il pediatra giustamente ha dato dei tempi per eseguire esami che valutano le competenze muscolari. Segua le sue indicazioni anche se magari attendendo un mese in più. Da qui in avanti dia alla bambina occasioni per attivarsi sulle competenze motorie, metta giochi o pelouche su un piano più alto rispetto alle sue manine per vedere se la curiosità di afferrarli la spinge a fare esercizio motorio. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti