Aborti ripetuti e gruppo sanguigno degli aspiranti genitori

Professor Giovanni Porta
A cura di Professor Giovanni Porta
Pubblicato il 15/05/2019 Aggiornato il 15/05/2019

A fronte di più interruzioni spontanee di gravidanza, è opportuno consultare il genetista anche nel caso in cui nella coppia non vi fosse alcuna incompatibilità in relazione al gruppo sanguigno.

Una domanda di: Giulia
Vorrei un’informazione: mio marito è 0 negativo e io B positivo. Ho pultroppo avuto due aborti spontanei può essere dovuto a problemi di incompatibilità tra i nostri gruppi sangiugni? E se è così ci sono cura per porvi rimedio e prevenire altri aborti?
Giovanni Porta
Giovanni Porta

Risponde la genetista Lucia Tararà, del team del professor Porta:
“Gentile signora, con i vostri gruppi sanguigni non vi è pericolo di incompatibilità materno-fetale. Avendo avuto due aborti spontanei, vi è invece indicazione a consultare un medico genetista per l’esecuzione del cariotipo a lei e a suo marito. Si tratta cioè di verificare che non siate portatori di anomalie cromosomiche bilanciate, in quanto in questa eventualità vi sarebbe una spiegazione alle interruzioni spontanee di gravidanza. Con cordialità”.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Terzo cesareo a due anni dal secondo: quali pericoli?
22/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

In realtà i rischi legati a un terzo cesareo sono più o meno gli stessi dei due cesarei precedenti.   »

Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Fai la tua domanda agli specialisti