Aborto per anomalia del feto incompatibile con la vita

Dottoressa Faustina Lalatta A cura di Dottoressa Faustina Lalatta Pubblicato il 06/11/2023 Aggiornato il 07/11/2023

Posto che le possibili cause di aborto spontaneo sono numerose, nella maggior parte dei casi l’arresto dello sviluppo embrionario è dovuto a un’ alterazione del patrimonio genetico.

Una domanda di: Francesca
Gentile Dottoressa, le scrivo perché ho ricevuto notizia, dal citogenetico effettuato sul feto, il cui aborto interno si è verificato a 13 settimane, che si trattava di un’anomalia cromosomica incompatibile con la vita. Nello specifico Triploidia. Mi chiedo, sebbene debba ancora fare consulto con genetista, quali siano le cause e se è il caso di fare controlli approfonditi su di me e il mio compagno. Si trattava della prima gravidanza, arrivata al primo tentativo.

Faustina Lalatta
Faustina Lalatta

Gentile signora,
le confermo innanzitutto che la triploidia è incompatibile con lo sviluppo e la sopravvivenza fetale. Bisogna accettare questa fatalità.
È tutt’altro che rara tra le indagini genetiche dei tessuti abortivi.
Infatti, sebbene le cause di aborto spontaneo possano essere diverse tra loro, nella maggior parte dei casi l’arresto dello sviluppo embrionario è dovuto ad un’ alterazione del patrimonio genetico, specificamente un’anomalia cromosomica numerica dovuta ad errore di disgiunzione nel corso della maturazione della cellula germinale femminile o maschile (cellula uovo o spermatozoo).
La triploidia può essere la conseguenza di uno di questi due meccanismi :
1. non disgiunzione , cioè mancata separazione ed eliminazione di ogni singolo cromosoma della cellula uovo primitiva. Questo determina che l’ovocita maturo porti con sé l’intero patrimonio cromosomico materno, cioè 46 cromosomi, invece dei normali 23. Ai 46 cromosomi materni si sommano i 23 dello spermatozoo. Il numero totale dello zigote (prima cellula embrionaria) è infatti sempre 69 (69,XXX o 69,XXY).
2. Fecondazione dell’uovo materno da parte di due spermatozoi . Questo avviene perché alla penetrazione del primo spermatozoo la parete cellulare non si sigilla all’istante, ma consente l’ingresso di un secondo. Si avrà quindi uno zigote con un nucleo formato da tre gameti (23+23+23 = 69). A seconda del cromosoma portato dallo spermatozoo si potrà avere una di queste formule 69,XXX, 69,XXY, 69XYY.
Come può immaginare, si tratta di un errori occasionali, fuori dal nostro controllo, Il cui rischio di ricorrenza è fortunatamente basso.
Dopo un esito di embrione con triploidia non vi è l’indicazione ad effettuare il cariotipo sul sangue della coppia.
La semplicità e immediatezza del suo primo concepimento è indice di una buona fertilità. Ottima notizia. Non le resta quindi che accettare questo evento naturale e inaspettato e prepararsi con fiducia ad avere una nuova gravidanza.
Le raccomando di completare queste informazioni con la consulenza genetica che valuterà anche i vostri dati familiari e altre condizioni rilevanti per prepararsi al meglio.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti