Aborto ricorrente: cosa può essere?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 28/03/2022 Aggiornato il 28/03/2022

Per individuare la causa di molteplici interruzioni spontanee di gravidanza è conveniente affidarsi a un centro che si occupa di poliabortività.

Una domanda di: Sienna
Salve dottore, nonostante sia rimasta subito incinta ho avuto 3 aborti: uno ad aprile 2021 a 6+2; uno ad agosto a 6+5 e l’ultimo lo scorso febbraio a
7 settimane. Con tutte e 3 ho avuto sempre beta abbastanza basse, solo con l’ultima sono arrivate a non più di 5000..con le altre due nemmeno a 2000.
Nelle prime 2 la camera gestazionale era presente ma non era cresciuta, nell’ultima in terapia con siringhe di progesterone, cardioaspirina,
sinopol forte, euplacent e prefolic la camera era cresciuta ma non si è formato l’embrione. La mia domanda è: come mai continuo ad abortire? Sempre
tra la 6 e 7 settimana e partono sempre con beta basse? Ho fatto tutti i controlli possibili. Il cariotipo e l’istologico sull’ultimo materiale
abortivo sono risultati normali, il cariotipo di coppia anche. Ho la tiroidite di Hashimoto però i valori della tiroide sono buoni quindi nessuna
terapia. Gli esami sulla coagulazione sono buoni a detta dell’ematologo non è dipeso da quello anche se ho il fattore II e mthfr in eterozigote. Mi ha
solo consigliato alla prossima di aggiungere anche eparina. Amh a 2.43 e tutti gli altri esami del sangue (curva glicemica,insulinemica,omocisteina e
tanti altri che consigliano con la poliabortività) nella norma. Ho fatto anche l’isteroscopia, tutto ok. Ho un ciclo di 25 giorni molto molto scarso che
mi dura all’incirca 4 giorni. Ho assunto la pillola anticoncezionale per una decina di anni e l’ho interrotta nel 2020. Il ginecologo mi diceva che avevo
ovaio policistico ma dagli esami del sangue mirati si evinceva che la funzionalità era intatta mentre la ginecologa di ora ed una che mi controllò
in ospedale dicono che non è ovaio policistico, forse per la poca quantità di cisti. Non so più che fare e come procedere. Cosa pensate? Grazie.

Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
le cause di una poliabortività sono molteplici. Nella stragrande maggioranza dei casi sono fetali, non solo cromosomiche (che lei ha escluso nell’ultimo aborto), ma anche geniche. Oppure ci possono essere altre cause, bisognerebbe vedere quelle che ha indagato e se manca qualcosa (per esempio segnali di endometrite o un eccesso di natural killers uterini). Si affidi ad un centro poliabortività per effettuare le indagini che forse mancano. Tenga presente che in una certa percentuale di casi, le cause di aborto ricorrente non risultano identificabili. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti