Acufene pulsante: c’è da preoccuparsi?

Dottor Aldo Messina A cura di Dottor Aldo Messina Pubblicato il 06/12/2018 Aggiornato il 06/12/2018

L'acufene può esprimere la presneza di un problema non necessariamente a carico dell'orecchio. Per questo è più che opportuno indagare sulla sua origine.

Una domanda di: Giusy
Mi scusi dottore, ma il mio mi sembra un acufene pulsante, devo preoccuparmi? Grazie.
Aldo Messina
Aldo Messina

Gentile signora,
ho risposto in modo generico alla sua domanda per due motivi: non conosco la sua condizione clinica e ritengo sempre opportuno, in questi casi, fornire risposte che possano coinvolgere altri lettori. Ciononostante lei ha ben centrato il problema. L’acufene è un sintomo e non una malattia ed è doveroso per il medico cercarne la causa. Ritengo omissivo il comportamento del sanitario che, consultato per questa problematica, si limiti ad affermare “si abitui non c’è nulla da fare”. Il tema preliminare non è se ci sia terapia (che non di rado comunque c’è) ma se l’acufene possa rappresentare il sintomo- campanello di una patologia che, proprio grazie alla sua comparsa, può essere riconosciuta in modo precoce.
L’acufene pulsante da lei riferito, per grandi linee, può presentarsi con la sua caratteristica pulsazione in modo coerente, sincrono, o con le pulsazioni del polso ed in questo caso potrebbe essere di natura vascolare o con gli atti dl respiro come nelle forme da patologia della tuba di Eustachio, il canale di comunicazione “naso- orecchio”.
Una visita acufenologica è opportuna, restando sempre disponibili ad esaudire ogni successiva sua richiesta. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di tre anni che fa sempre le stesse domande

26/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' normale che un bambino di tre anni chieda e richieda spesso le stesse cose: le risposte che ottiene (e che ci devono sempre essere) gli servono per consolidare le sue conoscenze.   »

Quarto cesaeo: quali pericoli?

24/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Di fatto una quarta gravidanza dopo tre parti cesarei può presentare delle complicazioni che richiedono un controllo attento.   »

Incinta a 42 anni: quali rischi?

20/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

E' possibile che una gravidanza che inizia in età avanzata non vada a buon fine escusivamente per questioni anagrafiche, ma lo è anche che tutto proceda per il meglio.  »

Fai la tua domanda agli specialisti