Aggrapparsi e tirarsi su: che bella scoperta (altro che fare la nanna)!

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 31/07/2019 Aggiornato il 31/07/2019

E' un ottimo segno che il bambino voglia sperimentare tutte le abilità che via via acquisisce crescendo. Tutto però diventa un po' più faticoso.

Una domanda di: Marika
La mia bimba ha quasi 7 mesi e da poco gattona e si tira su aggrappandosi a vari appigli. Il problema sorge nel momento di andare a dormire, da sempre difficile addormentarla, ma ora è pressoché impossibile data la novità. Infatti si tira su aggrappandosi alle sbarre del lettino e i tentativi per farla restare sdraiata sono vani. Cosa è possibile fare in questo caso? Grazie mille per i consigli.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentle signora,
innanzi tutto voglio dirle che mi fa sorridere pensare a questa piccina che vuole sperimentare continuamente la nuova capacità acquisita e, mi creda, non certo perché sia mia intenzione sottovalutare la fatica che fa la mamma ma solo perché di fatto è un ottimo segno in relazione allo sviluppo psicomotorio della bimba. Il mio consiglio è di fare fare alla sua piccolo le “acrobazie” con cui si diverte a cimentarsi PRIMA di metterla nel lettino. la tenga cioè un po’ di più in soggiorno, magari mettendola su una coperta vicino al divano affinché possa esercitarsi e …stancarsi. Deve cioè recepire il messaggio che il lettino è fatto solo per dormire. Quando arriva il momento di metterla appunto nel lettino, provi a distrarla con un carillon e con qualche coccola: è possibile che in questo modo si rilassi e rimanga sdraiata. In altre parole, non la metta a nanna quando ancora ha tante energie da spendere per non innervosirsi a ogni tentativo andato a vuoto e per non irritare la bambina che ha ancora necessità di muoversi. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni sulla pelle dopo il vaccino anti-Covid

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Rocco Russo

Le eventuali reazioni locali all'inoculazione del vaccino possono essere controllate con pomate a base di antistaminico.  »

Feto un po’ più grande rispetto all’atteso

12/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

La gravidanza può essere ridatata grazie a quanto rilevato con la prima ecografia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti